IQVIA a Cosmofarma. Day 2: riflettori su nutraceutica, category management, e sfide future nell’evoluzione della farmacia

IQVIA a Cosmofarma. Day 2: riflettori su nutraceutica, category management,e sfide future nell’evoluzione della farmacia

Il secondo giorno di IQVIA a Cosmofarma si apre all’insegna del mercato della nutraceutica con la conferenza dal titolo ‘Quali i dati utili al farmacista per potenziare il reparto #integratori in farmacia’.

L’intervento di Isabella Cecchini si è focalizzato sul rapporto tra consumatore, medico e farmacista nelle scelte di un integratore. Dalla parte del consumatore, 1 su 3 (fra gli over 50) mostra una forte apertura ai prodotti nutraceutici e integratori come alterativa al farmaco nella gestione dei piccoli disturbi e nella prevenzione (con una maggiore apertura fra le donne e al Nord).

Medico e farmacista hanno un ruolo importante di consiglio e orientamento del consumatore paziente nella scelta dei prodotti nutraceutici e integratori (dal 25-al 40 %). Dalla parte del medico, ad oggi, è ancora debole la conoscenza dei prodotti, ma si registra una crescita degli investimenti in comunicazione, aumentati rispetto al 2015 (+29%). Per quanto riguarda la farmacia, infine, sempre più luogo di empowerment e contatto con il prodotto, un’efficace strategia di comunicazione e visibilità avrà significativi impatti sulle vendite.

A Filippo Boschetti il compito di tracciare la fotografia del mercato dei nutraceutici, secondo i dati di IQVIA, pari a 3,3 mld di euro e in costante crescita, con più dell’80% che transita in farmacia. Negli ultimi 3 anni abbiamo assistito a un aumento del +22% della loro prescrizione, con i medici di medicina generale, i pediatri e i ginecologi principali generatori di consiglio.

Tra le sfide del comparto? Scelta di key player, almeno per le categorie commerciali più importanti, maggior focus e richiesta di know how su temi del Category Management, con una conseguente maggior competitività trasversale con farmaci tradizionali.

Pomeriggio dedicato al mercato farmaceutico e l’evoluzione delle farmacie con il nostro Giorgio Cenciarelli protagonista di ben due appuntamenti. Il primo ‘Aggregazionismo come risposta alle catene: panoramica europea e possibili scenari’, il secondo, organizzato da Pharmacy Scanner, dal titolo ‘Pillola rossa, pillola azzurra: la farmacia davanti al dilemma dell’aggregazionismo. Le esperienze degli altri canali’.

L’apertura di nuove farmacie, la concentrazione dei distributori, l’aumento delle vendite dirette influenzeranno significativamente il mercato. Oggi solo circa 2000 Farmacie aggregate nelle catene «virtuali» hanno un comportamento da reale catena.

‘Mi aggrego, resto indipendente, vendo la mia farmacia?’ Per i farmacisti la risposta non è semplice, e secondo Giorgio Cenciarelli è fondamentale capire il proprio potenziale, il proprio valore, il proprio spazio di crescita. In questo contesto resta fondamentale e strategico sfruttare l’enorme capitale di dati generati in farmacia: solo con ingenti investimenti e progetti strutturati a livello nazionale è possibile contrastare il possibile ingresso dei grandi player internazionali.

Ecco alcuni dei tweet del nostro live sui social con #Cosmofarma2018:

Aggiornamento 04/2018

linkedin twitter email

2018-04-23T08:49:27+01:00 Categorie: SCENARIO PHARMA ITALIANO|Tag: , |