L’EVOLUZIONE DEL MERCATO USA. INNOVAZIONE E ACCESSO CARATTERIZZERANNO IL PROSSIMO QUINQUENNIO

POSTATO IN MERCATO FARMACEUTICOSPECIALTIES
A cura di Laura Gatti

L’evoluzione del mercato USA. Innovazione e accesso caratterizzeranno il prossimo quinquennio | Magazine IMS Health

Il recente report del IMS Institute of Healthcare Informatics – “Medicines Use and Spending in the U.S. – A Review of 2015 and Outlook to 2020” – elenca le principali dinamiche del mercato farmaceutico più importante a livello globale.

Per il secondo anno consecutivo il valore del mercato statunitense a prezzi di fatturazione è cresciuto a doppia cifra nel 2015 raggiungendo i 425 miliardi di dollari. La stima degli sconti negoziati con i payer ne ridimensiona il valore a circa 310 miliardi, comunque una crescita del 8,5% anno su anno.
Gli Stati Uniti sono il mercato più rilevante per l’innovazione ed i prodotti specialistici che hanno raggiunto i 151 miliardi di mercato con un incremento superiore al 20%.

Se si analizzano i fattori della crescita 2015 (46,2 miliardi a prezzo standard e circa 24,3 al netto di sconti e concessioni commerciali negoziate sempre più di frequente) il contributo record dei nuovi prodotti è evidente (oltre 24 miliardi di dollari). Le aree terapeutiche più importanti per l’innovazione oltre ai farmaci antivirali, includono antidiabetici, oncologia e sclerosi multipla.

Altrettanto determinante il peso dei brand ancora protetti sia per effetto prezzo che per crescita in volumi.

Analisi degli elementi di crescita Mercato Farmaceutico USA (Miliardi di dollari)

Analisi degli elementi di crescita Mercato Farmaceutico USA (Miliardi di dollari) | Magazine IMS Health

Il 2015 ha visto il lancio di 73 nuovi prodotti, la maggior parte molto innovativi perché con meccanismo di azione completamente nuovo, in grado di trattare patologie orfane o cluster di pazienti con malattie oncologiche particolari (precision medicine).

Dal punto di vista della organizzazione delle cure, molte trasformazioni si sono consolidate per gestire l’allargamento dell’accesso alle terapie garantito dalle ultime riforme sanitarie. Nel 2015, infatti, sono state compilate 42 milioni di prescrizioni in più rispetto all’anno precedente, un incremento dell’1% che è stato trainato dalla crescita per antidepressivi, antiepilettici, farmaci per il diabete e per le malattie respiratorie mentre hanno subito una contrazione i regolatori del metabolismo lipidico ed alcuni analgesici narcotici per effetto di un più stringente controllo sulla appropriatezza.
Si sono diffusi i sistemi di networking (IDN – Integrated Delivery Network) fra professionisti e strutture volti ad ottimizzare i costi crescenti di erogazione delle cure ed è più che raddoppiato il numero di prescrizioni effettuato dal personale infermieristico degli ambulatori.
In questo contesto, IMS Health stima che al 2020 il mercato statunitense continuerà a crescere, sebbene a cifra singola, superando i 600 Miliardi a prezzi standard ma l’effetto di sconti e negoziazioni porterà il valore reale attorno ai 400 Miliardi di dollari (+ 100 Miliardi circa in 5 anni).
Benché nell’ultimo anno siano stati trattati circa 250.000 pazienti con i nuovi farmaci antiepatite, l’effetto economico di questa innovazione sarà meno impattante con il ridursi dei pazienti eleggibili
L’incremento dei prezzi verrà calmierato tornando ai livelli anteriori al 2013. Il contributo alla crescita in termini percentuali dei nuovi generici diminuirà mentre resterà determinante quello dei farmaci protetti in conseguenza dell’ondata di innovazione attesa.
Considerando i principi attivi in pipeline, infatti, prevediamo saranno lanciate quasi 50 NAS (New Active Substance) nei prossimi cinque anni arricchendo così l’armamentario terapeutico in diverse aree e per molti pazienti, non solo oncologici.

43-49 NAS/Year Expected by 2020 | Magazine IMS Health

LEGGI IL REPORT COMPLETO

Scarica il documento completo

Aggiornamento 04/2016

linkedin twitter email

2017-04-06T10:30:52+02:00 Categorie: MERCATO FARMACEUTICO, SPECIALTIES|Tag: , , |